Afantasía o Mente Cieca: i disturbi invisibili


afantasia mente

Esistono dei disturbi noti come disabilità invisibili che colpiscono alcune persone senza dare dei segnali chiarissimi. Nello specifico oggi vogliamo parlare della Afantasìa o mente cieca (Blind Mind),  un disturbo che purtroppo non viene preso in considerazione quanto si dovrebbe. Soffrire di Afantasìa è una condizione che limita le opportunità di interagire con l’ambiente circostante, senza tuttavia riuscire a rendersi conto che esiste una disabilità.

Afantasìa o Mente Cieca: cosa significa

I sintomi che possono presentare le persone che soffrono di Afantasìa consistono nel non essere in grado di visualizzare nelle proprie immagini mentali delle cose molto semplici di cui si sta parlando. Ad esempio un frutto molto fresco, rosso e succoso: chiunque è in grado di immaginarlo. Chi soffre di Afantasìa non riesce a creare nella sua mente l’ immagine nitida e chiara di un qualcosa che comunque conosce. Per la maggior parte delle persone i ricordi sono fatti di immagini, per chi è affetto da Mente Cieca invece non funziona così. I dati rimangono in maniera molto semplice nei ricordi, invece le immagini svaniscono dalla mente.

Afantasìa o Mente Cieca: lo studio

Solo nel 2015 si è riusciti a dare un nome a questo disturbo, soffrire di Afantasìa è diventata una condizione da studiare, come non era mai successo prima. L’immagine mentale è quello che rimane nel nostro cervello, la rappresentazione di un oggetto, di un concetto o di una situazione, memorizzata o immaginata. Le persone che soffrono di Afantasìa non possono avere visualizzazioni volontarie, ma solo involontarie come i sogni. Gli psicologi usano un questionario noto come in cui qualificare delle immagini mentali per testare la forza con cui funziona l’occhio nel cervello. Questo ti chiede:

  • di creare nella mente immagini di amici o familiari che si vedono frequentemente e di provare a descrivere chiaramente come si vedono i contorni del viso, della testa, del corpo e delle spalle,
  • in seguito di provare a descrivere con quale forza si riescono a vedere i gesti e le pose,
  • di tentare di immaginare poi come cammina, come sono i suoi passi,
  • si passa poi al colore dei vestiti, ad altre immagini come un’alba e i vari dettagli e molto altro.

Una persona con Afantasía totale non riuscirà ad immaginare assolutamente nulla. Il Blind Mind è un disturbo che può avere differenti stadi di gravità, Questi vengono identificati attraverso il test completo e possono variare da individuo e individuo. Alcuni di coloro che ne soffrono non vedono l’Afantasia come una disabilità, ma come un modo diverso di vivere il mondo. Altre persone invece non accettano l’incapacità di immaginare il volto di un parente defunto o semplicemente le caratteristiche di un amico. C’è anche una condizione opposta rispetto ai soggetti che soffrono di Afantasìa, sono persone chiamare supervisori che, per contro, hanno invece delle immagini nella mente estremamente reali.

Ti può interessare anche questo articolo

Loading...