Avere una sorella loquace previene la depressione


Chi ha la fortuna di avere uno o più fratelli, sa bene l’impatto emotivo che questi hanno sulla nostra vita, in alcuni casi addirittura superiore a quello dei genitori. Se oggi siamo ciò che siamo è anche grazie all’influenza che un fratello o una sorella hanno avuto sulla nostra crescita e sulle nostre esperienze durante l’infanzia.

Per comprendere in che modo la figura fraterna sia benefica e positiva per la salute fisica ed emotiva di ognuno, la ricercatrice Laura Padilla-Walker ha condotto uno studio, al fine di evidenzialre l’influenza che fratelli e sorelle hanno, rispetto alle figure genitoriali.

Dopo aver osservato 345 famiglie con due o più figli, di cui almeno uno di età compresa tra i 10 e i 14 anni, la studiosa ha evidenziato che i bambini hanno la capacità di fornire ai propri fratelli qualcosa che i genitori non possono dare. In alcuni casi, la presenza di un fratello o di una sorella, era più importante della presenza dei genitori e che sentimenti di gentilezza e generosità erano stati appresi meglio da un fratello/sorella che da un adulto.

Inoltre i bambini che avevano un fratello, a prescindere se maschio o femmina e dall’età, si sentivano meno soli, avevano meno paura ed avevano una maggior sicurezza in se stessi.

Una scoperta curiosa

Nell’ambito dello studio inoltre, è emerso un dettaglio curioso: i bambini che avevano una sorella, avevano minori segnali di depressione, così come in età adulta. Secondo Laura Padilla, avere una sorella ha un effetto antidepressivo, grazie anche alla loquacità e alle capacità comunicative di cui il genere femminile è maggiormente dotato rispetto a quello maschile.

Loading...

Avere una sorella quindi, non importa se più grande o più piccola è un tesoro prezioso e fa bene alla salute!