Candela con l’arancia: come realizzarla a casa


Candela fai da te

Candela con l’arancia fai da te: un’ idea semplice ed economica per addobbare la vostra casa durante le festività natalizie. 

Occorrente

Cosa serve per realizzare la candela con l’arancia?

  • Un arancio;
  • Candele bianche usate;
  • Pastelli di cera di colore arancio;
  • Uno stoppino per candele;
  • Uno spiedino di legno.

Occorrente per sciogliere la cera:

  • Un barattolo di latta;
  • Un pentolino.

Procedimento

Candela all'arancia

Ecco il procedimento per realizzare la candela con l’arancia:

  • Tagliate l’arancio a 3/4 e con un coltello affilato rimuovete tutta la polpa che si trova all’interno;
  • Con l’aiuto di un coltello, tagliate a piccoli pezzi le vostre candele usate, cercando di estrarre lo stoppino senza romperlo;
  • Prendete un pentolino, riempitelo a metà d’acqua e portate a ebollizione;
  • Versate dentro un barattolo di latta i pezzetti di candela bianca che avete ottenuto in precedenza , aggiungete un pezzetto di un pastello di cera di colore arancio e posizionate il barattolo dentro il pentolino con l’acqua che bolle;
  • Lasciare a bagnomaria fino a che la cera non si sia del tutto sciolta.

Fermare con un pezzetto di scotch, o facendo un nodo, lo stoppino al centro del bastoncino di legno. Poggiare il bastoncino di legno orizzontalmente sul bordo dell’arancio privato della polpa. Questo ci servirà per tenere in piedi ed in equilibrio lo stoppino all’interno dell’arancio stesso.

Con delicatezza versare la cera sciolta all’interno dell’arancio. Fermatevi ad 1-2 cm dal bordo. Lasciare solidificare la cera ed eliminate il bastoncino di legno dallo stoppino. Tagliate la parte dello stoppino in eccesso, ed ecco pronta la vostra candela!

In realtà, la candela può essere realizzata con qualsiasi tipo di agrume: clementine, limoni, pompelmi e mandarini. Tutto dipende dal vostro gusto personale.

Alcune raccomandazioni

Non posizionate la candela vicino ad oggetti infiammabili, ma in luoghi dove potete tenerla sempre sott’occhio. Questo servirà ad evitare spiacevoli incidenti. Insomma, come tutte le candele, meglio non lasciarla incustodita e assicurarsi che non sia inclinata.

Loading...

Leggi anche: perché ci si bacia sotto al vischio?