Come si mette la carta da parati?


applicare carta da parati

La carta da parati è una soluzione presa in considerazione per dare un nuovo aspetto alla propria casa. Un tempo si utilizzava moltissimo e si tappezzavano interamente le stanze. Oggi viene spesso fatta anche la scelta di ricoprire una sola parete. Un’altra soluzione adottata è quella di valorizzare, con questa tipologia di tappezzeria, dei particolari d’arredo o per esempio la testata dietro al divano o al letto. La carta da parati oggi viene usata anche per incorniciare mensole oppure per fare i bordi lungo il perimetro sotto il soffitto o sopra il battiscopa.

Le differenti tipologie di carta da parati

Oggi c’è un’ampia scelta di carte da parati in commercio. Tra le più utilizzate abbiamo quella tradizionale in cellulosa, la classica in carta che ricorda quelle di un tempo. Si tratta della più difficile da fissare e non resiste all’umidità. Spesso si riscontrano problemi nella posa di questa carta da parati proprio perché non resiste all’acqua ed è molto fragile.

Tra la varietà proposta sul mercato ne esiste anche una tipologia realizzata con un materiale plastico. Parliamo della carta da parati vinilica, con cui si ha la possibilità di realizzare finiture di grande pregio con effetti tridimensionali e in rilievo. È molto resistente e impermeabile, il che rende la posa di questa carta da parati molto meno difficoltosa.

Non dimentichiamo di parlare poi della carta da parati in tessuto non tessuto.  Questa spesso presenta delle texture sensibili al tatto, come quella effetto cerato o ancora quella vellutata e molte altre. Inoltre offre differenti motivi a scelta dell’utente e la posa è molto più semplice rispetto a quella di altre soluzioni.

Come si mette la carta da parati?

Vediamo insieme come mettere la carta da parati, quali sono i passaggi da seguire per la posa. La prima cosa da fare prima di iniziare con tutte le operazioni di posa è procurarsi il necessario e predisporre il tutto su un piano d’appoggio. Per sapere quanta carta da parati serva è necessario prendere le misure dell’area che ci interessa coprire. Togli quelli che sono gli ingombri di eventuali finestre e porte.

Il muro su cui applicare la carta da parati deve essere preparato, quindi la parete deve essere liscia. Deve essere carteggiata o vanno stuccate crepe, nel caso siano presenti. Se invece il muro è nuovo e rasato a gesso, risulterà piuttosto poroso quindi conviene preincollare la superficie. Nel caso in cui le pareti su cui avete deciso di mettere in posa la carta da parati siano dipinte con pitture opache o satinate o con colori acrilici, potete procedere direttamente con la tappezzeria . Se invece sono dipinte con uno smalto e risultano lucide, è bene prima passarle con la carta abrasiva per far aderire al meglio la carta da parati.

Un elemento fondamentale per applicare la carta da parati è la colla. Se acquisti questa tipologia di rivestimento vinilico o in carta, allora prendi una colla a base di amido e cellulosa. Si tratta di un prodotto in polvere che deve essere diluito con acqua. Per quando riguarda invece i rivestimenti in tessuto, dovrai acquistare una colla vinilica già pronta in pasta. Vi sono anche carte da parati preincollate che necessitano dell’applicazione della colla sul muro.

Operazioni finali e rifinitura

Non ti resta che procedere con il taglio della carta da parati e l’applicazione della stessa. Conviene iniziare dal bordo di eventuali finestre o porte, aiutandosi con il filo a piombo. In questo modo potrai tracciare la linea verticale dritta da seguire per incollare la carta da parati, partendo dall’alto e scendendo lentamente. Una volta che il foglio è stato posizionato sulla parete, allora si deve spazzolare per eliminare le bolle d’aria. Procedere così lungo tutta la parete interessata; alla fine va passato un piccolo rullo sui punti di giunzione per ottenere un’adesione perfetta. Con il cutter rifila la carta alle estremità e il gioco è fatto.

Loading...

Ti può interessare anche questo articolo