Corona d’alloro: curiosità e come realizzarla


corona d'alloro
Fonte: www.deabyday.tv/

Quando un giovane si laurea, in molti atenei italiani è usanza mettergli in capo una corona d’alloro. Ma da dove arriva questa tradizione oggi consolidata? Le sue origini affondano molto indietro nel tempo, nella mitologia greco-romana e nel significato simbolico della pianta di alloro. Ecco dunque qualche approfondimento sulla corona d’alloro, curiosità e come realizzarla con il fai-da-te.

Corona d’alloro origine

corona d'alloro origine

Giuseppe Bartolomeo Chiari (Roma, 1654-1727), Apollo e Dafne, Olio su tela

L’alloro è una pianta aromatica molto diffusa nel bacino del Mediterraneo. Tutti ne consociamo l’inebriante aroma che si sprigiona quando si spezza una foglia. Le foglie di alloro hanno una particolarità: sono molto robuste, e hanno la forma lanceolata, vale a dire appuntita all’estremità.

Vista la grande resistenza dell’alloro pianta, i Greci già la associarono alla vita eterna e a tutto ciò che offre gloria imperitura all’animo dell’uomo. Divenne così la pianta sacra ad Apollo, dio tutore dell’arte e della poesia. Si diceva infatti che l’alloro crescesse sul Monte Parnaso, abitato dalle Muse, nei pressi della fonte Castalia.

Il legame tra Apollo e l’alloro nasce anche da un mito molto antico e affascinante. Si narra che il dio del Sole si vantasse di essere il più abile di tutti con l’arco e le frecce. Cupido però volle dimostrargli che era lui il più abile, e lo colpì con i suoi dardi d’amore. Apollo perse la testa per una ninfa, Dafne, che però aveva fatto voto di castità.

Per difendersi dalla brame del dio la fanciulla chiese, e ottenne, di essere tramutata in una pianta. Fu così che nacque l’alloro, e fu così che la pianta divenne cara al dio Apollo, che in lei rivedeva le fattezze della sua amata.

Corona di alloro significato

corona d'alloro significato e origini
Fonte: avocedinewyork.com

Ma come nasce poi l’uso di intrecciare una coroncina di alloro? La pianta il cui nome botanico è Laurus Nobilis, veniva intrecciata a formare una corna d’alloro in epoca romana. Fu in questo ambito infatti che l’alloro veniva usato per onorare personaggi importanti, che avevano conseguito grandi onori che li avrebbero resi immortali, immortalità di cui l’alloro è simbolo.

Dapprima erano i condottieri che venivano incoronati con l’alloro, quando entravano a Roma in trionfo dopo aver conseguito una grande vittoria. Ma, come abbiamo detto, anche la poesia e gli studi conferiscono la vita eterna: ecco allora che la corona d’alloro venne posta anche sul capo dei letterati che avevano raggiunti grandi traguardi intellettuali.

In questo modo nasce l’uso di regalare una corona di alloro per i laureati. Il nome stesso “laurea” viene da “laurum“, il nome latino dell’alloro. Una corona d’alloro alla laurea, dunque, racconta una storia davvero molto antica, e dice che il giovane che è riuscito a conseguire il suo titolo di studi ha fatto una grande impresa, che gli conferisce vita imperitura.

Corona di alloro come realizzarla

coro d'alloro fai da te
Fonte: aboutgarden.it

La corona di alloro va sempre rigorosamente regalata. Inoltre va decorata con un fiocco del colore corrispondente al tipo di studi in cui il ragazzo si è laureato. Puoi acquistare la corona d’alloro in un fioraio: non costa che poche decine di euro, ma va prenotata con un certo anticipo. Oppure puoi realizzare una corona d’alloro fai da te.

Il procedimento non è difficile: ti servono del fil di ferro, meglio se quello ricoperto di una guaina verde che trovi dal fioraio. Ti serve poi un nastro del colore desiderato, e della guttaperca, che è un prodotto elastico che ti servirà per fissare l’alloro alla base. Naturalmente ti serve un bel ramo di alloro fresco!

Con il fil di ferro crea un cerchio un po’ più largo del diametro della testa del laureato da incoronare. Fai due occhielli alle estremità, e infila al loro interno il nastro, formando un bel fiocco. Taglia un ramo di alloro di circa 10 centimetri, ponilo sul cerchio di fil di ferro partendo da uno dei due occhielli e fissalo con la guttaperca. Se necessario, rafforza la base con del fil di ferro. Continua così fino al centro del cerchio, mettendo un ramo dopo l’altro.

Loading...

Parti dall’altro occhiello e ripeti la stessa operazione fino a che il cerchio non sia completamente rivestito di alloro. Ora puoi fare il tuo dono speciale! Vedrai che il laureato conserverà la sua corona di alloro per sempre, come ricordo di un giorno speciale e importante.