Piangere fa bene alla salute: ecco perché


piangere
Fonte: www.irishtimes.com

Lo sapevi che piangere fa bene alla salute? Ecco perché uno sfogo emotivo, che spesso viene considerato in modo negativo, non dovrebbe essere mai represso.

Sei sei una persona dalla “lacrima facile” sicuramente i tuoi amici ti avranno spesso preso in giro. Ti commuovi davanti ad un film romantico, ti viene voglia di piangere per ogni nonnulla. Ebbene, questa tua sensibilità non è affatto sintomo di debolezza o di scarsa capacità di affrontare i problemi. Al contrario, scopriremo che piangere fa bene sia al corpo che allo spirito così come ridere.

I benefici del pianto per la salute

piangere
credits: timesofindia.indiatimes.com

Il pianto è una reazione emotiva ad un’emozione forte. A volte si piange per la gioia e a volte per un grande dolore. In entrambe i casi, però, piangere non è inutile: se il nostro organismo ci spinge ad espellere lacrime lo fa per dei motivi ben precisi. Ecco quali.

Il pianto allevia lo stress

Come sappiamo, lo stress ha effetti deleteri per la salute umana. Quando accumuliamo elevati livelli di stress il nostro corpo comincia a soffrire, soprattutto a livello dell’apparato cardio circolatorio. Piangendo invece riusciamo ad alleviare la tensione che ci attanaglia. Si piange anche per stanchezza, infatti.

Il ricercatore William H. Frey dice che piangere fa bene perché la persona che si lascia andare ad un pianto liberatorio sa gestire meglio il suo stress rispetto a chi invece non piange mai. In questo modo riesce anche a salvaguardare la sua salute e il suo organismo dal logorio.

Piangere ti fa sentire meglio

piangere
Credits: manrepeller.com

Una donna che piange non si sta solo sfogando in modo generico, ma sta rigenerando il suo corpo. L’atto del piangere infatti rilascia degli ormoni che servono a garantire una sensazione di benessere e di felicità al corpo. Se dopo un bel pianto ti senti meglio, non è solo una sensazione effimera, ma è una reale risposta delle tue cellule.

Quindi anche piangere senza motivo, in verità, non è in assoluto “senza motivo”. Probabilmente il tuo corpo ti sta dicendo che sei troppo teso, e dopo aver versato un po’ di lacrime gli ormoni che si diffondono nel tuo organismo ti aiuteranno a sentirti più rilassato e pronto ad affrontare nuove sfide.

Il pianto permette di gestire le emozioni

piangere
Credits: blogs.webmd.com

Noi siamo soliti giudicare un uomo che piange come un debole, in base ad un diffuso pregiudizio secondo il quale un “vero uomo” non dimostra i suoi sentimenti. Sbagliato: la scienza sfata anche questo mito. Chi piange in verità sa gestire le sue emozioni meglio degli altri, perché saperle gestire non significa nasconderle ma manifestarle.

Tenersi un dolore dentro, senza dargli sfogo nel pianto, vuol dire nasconderlo, fare finta che non esista. Ogni malessere, invece, va elaborato affinché possa essere superato. Altrimenti in futuro si ripresenterà, e sarà ancora più difficile da metabolizzare.

Piangere aiuta ad espellere le tossine

piangere
Credits:mamiverse.com

Sappiamo che l’acqua è un agente purificatore, e anche le lacrime sono fatte di acqua. Quando piangi espelli dal tuo corpo le tossine in eccesso, quelle che soffocano il tuo organismo e non ti consentono di stare bene fisicamente.

Nelle lacrime, inoltre, è contenuto un enzima chiamato “lisozima“. Questo enzima aiuta a stimolare l’attività batteriologica dell’organismo. In una parola, rafforza le difese immunitarie quindi ti rende più forte contro agenti patogeni esterni.

Loading...

Piangere dopo aver affettato una cipolla, naturalmente, non provoca nessuno di questi effetti. Il pianto deve scaturire da un bisogno profondo, ed è uno stimolo che non dovrebbe mai essere represso. Non temere che qualcuno ti prenda in giro: ricorda che dopo aver pianto il tuo corpo e la tua anima si sentiranno molto meglio, e tu sarai pronto ad andare avanti.